EDITORPERCASO: Un must per chi scrive!

Oggi presento una pagina FB, Editorpercaso (https://www.facebook.com/Beaeditorpercaso/), gestita da Beatrice Valeriani, una energica e competente editor che ha messo in gioco la sua professionalità e capacità per sostenere i nuovi autori che desiderano pubblicare il loro testo.

Beatrice Valeriani, editor di Editorpercaso, in questa foto con Karsten Braghittoni, presidente dell’associazione culturale GanEden durante un evento di reading teatrale presso il Bagno Venezia a Cesenatico.

Beatrice è ormai un punto fermo: è una ottima editor, al punto che l’ho scelta per la correzione e verifica del mio ultimo libro, SYNCHRONICITY, in uscita a breve con Amazon sia ebook che cartaceo.

Ho deciso di presentarla perché in questo caos di agenzie e pseudo-agenzie letterarie (more italico) che esistono nel panorama italiano è di fondamentale importanza, per evitare delusioni e perdite di danaro, rivolgersi solo a persone serie e competenti.

Cerchiamo di conoscere meglio Editorpercaso e chi c’è dietro la pagina FB con una breve intervista.

L’INTERVISTA A EDITORPERCASO

Pierluigi Tombetti (P) «È davvero per caso che fai l’editor?»

Editorpercaso (E) «Verissimo. Tre anni fa un carissimo amico scrittore mi ha coinvolta nella correzione del suo manoscritto, e quello che è nato per divertimento alla fine è diventato praticamente un secondo lavoro.»

P. «La tua passione per la scrittura però non è così recente…»

E. «No. Ho sempre amato leggere e scrivere. Nel 2016 ho pubblicato un piccolo libro, è stata la realizzazione di un sogno. Pubblicare è stata l’occasione per poter condividere, ma in realtà preferisco stare lontana dai riflettori e lavorare sui manoscritti di altri autori.»

P. «Come si svolge, di fatto, il tuo lavoro?»

E. «Nel tempo mi sono fatta un certo “giro” di autori ed editori: a volte mi limito alla correzione del manoscritto, altre volte mi occupo di una consulenza editoriale che va dall’editing, alla ricerca di un editore, alla promozione del volume pubblicato con la creazione di eventi. È un mondo difficile… è complicato trovare editori validi e seri, competenti e che credano nei progetti editoriali; siamo nell’era del Kindle, le librerie chiudono, la cultura affonda ed è sempre più arduo coinvolgere un ampio pubblico.»

P. «Ad oggi quanti volumi hai contribuito a pubblicare come editor?»

E. «Sei sono già stati pubblicati, l’ultimo è in uscita il mese prossimo; mi sto occupando della riedizione di un manuale di comunicazione, sono in attesa dell’ok di un editore per il romanzo di un neo-autore e a breve riprenderò in mano il romanzo di uno scrittore con il quale ho già collaborato. I progetti che seguo sono molti, e tutti molto interessanti! Il più ambizioso è il tuo, Sinchronicity, che sto editando in questi giorni, e che mi sta riservando non poche sorprese. È come leggere una sceneggiatura: il mistero e la tensione che accompagnano per tutto il viaggio è tangibile. Ai confini del paradosso, i piani di realtà che si intersecano rendono la lettura intrigante, l’impossibile si verifica davanti agli occhi dei protagonisti di questa storia stratificata e intrisa di emozioni e di umanità. La storia mi prende così tanto che faccio fatica a concentrarmi sul lavoro tecnico!»

P. «Avrai pure un romanzo nel cassetto anche tu…»

E. «Non proprio un romanzo: sto scrivendo una raccolta di racconti per bambini e ho intenzione di pubblicare, non so ancora in che forma, i miei post targati #scrivopercaso. Prima o poi lo farò. Non ho fretta.»

Grazie a Editorpercaso e a Beatrice Valeriani per averci illustrato l’attività della pagina FB che è molto impegnata anche nella promozione degli autori.

E PER FINIRE…

Per completare, aggiungo il testo di presentazione della pagina Editorpercaso con altre informazioni.

Editorpercaso

Tutto iniziò nel lontano 2006, quando credevo che scrivere fosse la mia più grande passione… ma poi ho scoperto che amo ancora di più entrare nei libri che scrivono altri, entrare nei loro manoscritti, nelle loro idee, nelle loro teste.

Cosa voglio fare con questa pagina? Beh, è una community, quindi vorrei utilizzarla per promuovere il lavoro dei miei amici scrittori (che invito ad autopromuoversi, ovviamente), sia chi lo fa per mestiere, sia chi lo fa per passione… perché scrivere è sopra tutto e prima di tutto una passione, un patire interiore che esplode sulla carta, sulla tastiera del computer, nella nostra testa quando non abbiamo il coraggio di pubblicare o semplicemente di condividere. È una community, e quindi vorrei che chi invito ad apporre il like raccontasse le sue esperienze di lettore, di scrittore, di poeta, di commediografo. Vorrei che condivideste con me sogni, voglie, notti insonni e giorni di sole. Grazie a chi lo farà, o anche solo a chi seguirà le attività (spero numerose) di questa pagina che mi gironzolava nel cervello già da un po’. Eccola qua. La costruiremo insieme.

Ben vengano musicisti, fotografi, professionisti e non – chi ama l’arte e la mette da parte, chi non può fare a meno della bellezza, di crearla, di guardarla, di mangiarla, di viverla altrimenti muore.

Beatrice Valeriani, classe 1973, cesenaticense laureata in Filosofia, master in Bioetica e diplomata in Naturopatia, appassionata da sempre di letteratura, è stata più di una volta, nel tempo (per caso) interpellata per la correzione di manoscritti che cura con pignoleria. Scrive e autoedita un volume per la Farnedi nel 2006, intitolato Il Diario delle Cose Belle e continua a scrivere tra social e appunti nascosti nel suo laptop. Vive e lavora a Longiano dove collabora alla creazione e alla promozione di eventi letterari e musicali.

Commenti chiusi